Tutti i bambini di BO

L’erba del campo da calcio è sempre più verde

Il momento della partita, quello riservato al divano e al relax, è senza dubbio uno dei preferiti per gli appassionati di Calcio Napoli. Nel preciso istante in cui il fischio d’inizio incolla gli spettatori al campo, tutto dev’essere perfetto e al proprio posto, specie i calciatori e il campo stesso. Ma quanto è importante il campo in una partita? 

In linea di massima rappresenta uno degli elementi che determina la partita. 

Tutto il manto erboso si poggia su una base permeabile all’acqua e all’aria. 

Esso si presenta solido e traspirante. Certo un terreno di gioco sicuro, permette ai calciatori una maggiore regolarità nei rimbalzi ecco perché un prato curato è fondamentale per la buona riuscita di una partita. Ognuna di queste caratteristiche permette al prato di essere resistente a tutte le temperature e restare robusto, dunque durevole nel tempo. 

Ma perché nella maggior parte dei casi il campo in erba sintetica ha sostituito quello in erba naturale? 

Erba sintetica: la scelta migliore per i campi da calcio 

La manutenzione e la durata nel tempo sono i fattori che nello specifico hanno reso il campo sintetico quello preferito dai professionisti. Il campo in erba sintetica è utilizzato sette giorni su sette in maniera intensiva. Altra attività fondamentale è la resistenza agli agenti climatici e dunque i costi che ne derivano. L’erba sintetica non deve essere tagliata periodicamente, ne trattata con fertilizzanti e pesticidi. Questo tipo di campo prevede una pulizia specifica con macchine spazzolatrici e soffiatrici. L’erba sintetica inoltre occupa meno spazio. 

Gli strati sono molteplici e ognuno ha un ruolo. Il substrato, la parte poco visibile è senza dubbio la più importante ed è composta da materiale permeabile e un sistema strutturato di drenaggio che impedisce la formazione di pozzanghere sul campo. 

Nel sottostrato inoltre c’è una miscela particolare che armonizza gli urti. 

Dunque l’erba sintetica, per chi gioca, è perfettamente in grado di competere con quella naturale. La sensazione chiaramente è soggettiva, ci sono elementi misurabili come: il rotolamento della palla, lo scivolamento e lo sviluppo del calore. 

A tutto questo si aggiunge la permeabilità che è un valore aggiunto. 

L’erba sintetica, nel campo da calcio, è caratterizzata dalla presenza di forellini che rendono questa permeabile e in grado di immagazzinare acqua e farla defluire in appositi tubi di drenaggio. Tutto questo permette al campo in erba sintetica di restare in buone condizioni.

La manutenzione chiaramente prevede continui interventi. Resta soggettiva la scelta. 

Chiaramente ogni campo ha le sue caratteristiche e dunque che sia erba sintetica o prato vero, l’importante è che il campo risplenda!